I castelli del Friuli – Fagagna

16/08/2006 0 Di Giorgio Fonda


I resti del castello di Fagagna sono situati su di una collina e sono facilmente raggiungibili in auto: c’ è infatti ampia possibilità di parcheggio su di uno spiazzo a pochi passi dai ruderi. I questa location si è deciso di fare le foto dell’ arco. I resti del castello sono ben tenuti e l’ affluenza di visitatori è piuttosto alta… forse dovuto anche al fatto che nelle vicinanze c’ è un’ osteria veramente bella! Noi ci eravamo portati il pranzo al sacco e non ci siamo fermati ad assaggiare le specialità del giorno (grigliata mista, per la cronaca) ma dalle cucine salivano verso il castello certi odorini deliziosi. Se qualcuno passa di là, ci sappia dire!

———————————-

Informazioni tratte da Consorzio per la salvaguardia dei castelli storici del Friuli Venezia-Giulia.
Il castello è compreso fra i cinque donati nel 983 dall’imperatore Ottone II al patriarca Rodoaldo, posto in un sito d’alta valenza strategica fin da epoca romana, sfiorato dall’importante strada consolare che da Concordia portava ad Silanos.
Fino all’avvento della repubblica veneta, nel 1420, il castello fu di diretto dominio patriarcale, governato a mezzo d’un gastaldo al quale si affiancavano i nobili habitatores che risiedevano entro i recinti castellani e che appartenevano a famiglie diverse. Proprio per la sua importanza, il fortilizio fu spesso assediato, coinvolto in lotte contro feudatarî locali o anche contro nemici “illustri” come Ezzelino da Romano, che lo espugnò per il tradimento di due habitatores nel 1250, i duchi d’Austria Rodolfo e Federico, e il re Sigismondo d’Ungheria.
Descritto in rovina già poco dopo la metà del Cinquecento da Girolamo di Porcia, del vasto complesso rimangono alcuni tratti delle mura, le rovine di un torrione, la chiesetta castellana, l’alto campanile ricavato nella torre maestra e un piccolo fabbricato con parti medievali adibito a ristorante.

———————————-


Visualizzazione ingrandita della mappa

Anche qui bisogna cercare di risalire il colle in questo piccolo paese per trovare i resti del castello. Le rovine si possono raggiungere in auto essendovi un parcheggio nelle immediate vicinanze, anche se la strada è piuttosto stretta e irta.