Tintura delle stoffe – Giallo e Marrone

15/07/2008 0 Di Giorgio Fonda

Sono moltissime le sostanze vegetali con proprietà coloranti. Oggi prenderemo in esame due ingredienti che producono dei bellissimi effetti cromatici sulla stoffa: lo zafferano e il mallo di noce.

Con il primo otteniamo un bel colore giallo. Se il menù della cena è risotto alla milanese e quindi lo zafferano non è disponibile, sappiate che il medesimo colore è ottenibile bollendo un etto di tarassaco (il comune “dente di leone”) in 1/2 litro d’acqua per 30 minuti.

Il mallo di noce è una polvere marrone scuro reperibile in drogheria o in erboristeria oppure, se siete di Trieste, andate da “Toso” : con questa sostanza la stoffa si tinge di marroncino chiaro. La stoffa che andremo a dipingere è cotone di colore naturale.

Prima di iniziare, lavate la stoffa o l’indumento che volete trattare in acqua tiepida senza detersivo, poi seguite passo passo le istruzioni.

Buon lavoro!

Fase 1: Per il fissaggio, da fare prima della tintura, portare a ebollizione 1 litro e mezzo di acqua (per una stoffa di superficie 60 cm X 40 cm) e versarvi un cucchiaino di allume di potassio (reperibile in drogheria).

Fase 2: Immergere la stoffa in modo che sia ben coperta dall’acqua.

Fase 3: Lasciar bollire per 20/25 minuti circa girando ogni tanto con un cucchiaio di legno in modo che il fissaggio sul tessuto sia uniforme. Spegnere il fuoco e colare la stoffa senza strizzarla.

Fase 4: Buttare l’acqua con l’allume e sostituirla con altra pulita in cui versate una manciata abbondante di sale grosso. Portare ad ebollizione.

Fase 5: Versare il colorante fino ad ottenere la tonalità desiderata magari facendo alcune prove con pezze di cotone. Come si può notare dalle immagini, la quantità di zafferano rispetto al mallo, è nettamente inferiore; questo non pregiudica la buona riuscita della tintura. Lo zafferano ha un costo superiore rispetto al mallo di noce quindi ne utilizzo una modesta quantità.

Fase 6: Immergere la stoffa e lasciar bollire per altri 20 minuti circa mescolando con un cucchiaio di legno. Per una tintura uniforme scolare senza strizzare il tessuto e far asciugare in piano. Una volta tinte, le stoffe andranno lavate a mano separatamente in acqua tiepida per mantenere il colore e, soprattutto, non asciugatele alla luce diretta del sole.

Giorgio e Alessandra.