Guanti a Clessidra

26/08/2008 5 Di Giorgio Fonda

Esistono molti siti che propongono guanti d’arme. A partire dal solo guanto in pelle, passando dai guanti in cotta di maglia per finire con quelli in piastra. Tuttavia anche se i costi sono piuttosto elevati non sempre si può dire altrettanto per la qualità. Invece nei casi in cui tali guanti siano realizzati molto bene i costi sono realmente difficili da affrontare.

Aggiungiamo che il guanto in questione è un tipico “guanto a clessidra” e che per tenerlo in linea con lo stile della mia armatura lo cercavo senza ottonature e con le dita “composite”.

Il risultato è che per abbattere i costi ho deciso di provare a realizzarli.

Il primo problema da affrontare è stata la clessidra, non ritenendomi ancora in grado di realizzarla adeguatamente, la ho comprata tramite The Iron ringper una cifra abbordabile. Le ho aggiunto solo i fori per il fissaggio delle parti in pelle.

In seguito ho modificato un paio di comuni guanti da lavoro aggiungendo una cuffia che si adattasse perfettamente all’ interno della clessidra in ferro e tinti di marrone.

Misurate, tagliate, forate e fatte alcune prove sono arrivato alla conclusione di quali tipologie di scaglie e rispettivamente che tipo di lavorazioni fossero necessarie per la formatura.

Le lavorazioni per tutte le scaglie rettangolari si risolvono velocemente con l’uso di stampo e controstampo. Le scaglie triangolari dopo il primo passaggio di curvatura hanno bisogno di essere ribattute su uno spigolo per darle il bordo superiore “unghiato”. Le nocche possono essere formate su una piccola forma semisferica.

In seguito ho assemblato le scaglie su strisce di cuoio opportunamente sagomate e predisposte al successivo passaggio di cucitura.

Ho montato le dita sulla clessidra in ferro e pazientemente cucito il guanto.

I passaggi finali sono stati il rivettare il guanto di cuoio alla clessidra e una sana asportazione della ruggine formatasi durante i lavori.

Concludo dicendo che probabilmente l’unico grosso difetto è dovuto alla clessidra in ferro composta da due metà unite e non da un’ unico pezzo formato. In futuro cercherò di replicare anche tale pezzo di armatura ed eventualmente proverò a realizzare anche qualche variazione sul tema.

I guanti sono stati inaugurati al Palio di S. Donato tenutosi a Cividale tenutosi il 22-23-24 agosto 2008. E in duello non mi sono reso conto di indossarli. Un risultato piuttosto soddisfacente