Cartamodelli per borselli


Qui di seguito trovate, i link a tre tipi di “tasche” medievali usate nel XIV secolo da uomini:

I cartamodelli sono predisposti per essere stampati su comuni fogli formato A4 (297×210 mm) e hanno una scala grafica per riuscire eventualmente a ridimensionarli accuratamente.
Ma non perdeteci il sonno, un paio di millimetri in più o in meno non dovrebbero fare tutta questa differenza. Le immagini della sezione della “Guida passo a passo” si rifanno al borsello con mezzelune ma non preoccupatevi i principi di lavorazione sono sempre gli stessi, quindi armatevi di pazienza e provate anche voi a realizzare un borsello per il vostro costume!

Cominciamo con la prima fase del lavoro, per la quale abbiamo bisogno di pochi e semplici strumenti più, ovviamente, le materie prime. Per le materie prime esiste una enorme varietà di cuoi e pelli, ma per questo specifico uso, bisogna rivolgersi a cuoi leggeri conciati vegetalmente oppure a cuoi per selleria, sono cuoi pregiati e quindi piuttosto costosi ma esiste la possibilità di trovarli in forma di ritagli, quindi di seconda scelta, che vengono generalmente venduti a peso. Con questo stratagemma dovreste riuscire a procurarvi del buon materiale a costi accessibili. Per la scelta dei colori dipende da che costume state per realizzare in quanto, generalmente, erano i ceti poveri ad avere accesso ai colori considerati meno belli (come il marrone) mentre il rosso, il blu, il verde, l’ arancio erano colori per mercanti, nobili, cavalieri…

A portata di mano c’è bisogno dei cartamodelli stampati, assemblati e ritagliati, un pò di nastro adesivo di carta, forbici o un taglierino, un punteruolo e un pennarello. Inoltre avrete bisogno di un ripiano adeguato su cui si possa lavorare senza preoccuparsi di danneggiarlo e, non ultimi, buon senso e prudenza, anche con strumenti di uso quotidiano ci si può far male accidentalmente, quindi non fatevi male e soprattutto non venitemi a dire che non vi avevo avvertito!

E ora si comincia sul serio! Osservate bene il materiale: tastatelo e cercate di scegliere le zone omogenee prive di graffi o buchi così che il manufatto finito non abbia imperfezioni vistose. Scegliete dove collocare i vostri cartamodelli e cercate di risparmiare sul materiale, magari con quello che avanza potrete fare qualcos’ altro. Una volta che vi siete fatti un’ idea in merito usate dei pezzetti di nastro adesivo per fermare il cartamodello sulla pelle e/o aiutatevi con un peso qualunque.

Quando il cartamodello è ben fermo tracciate con il pennarello sul bordo la sagoma. Io solitamente utilizzo un pennarello indelebile con la punta grossa e seguo il bordo del cartamodello in modo che il segno che lascio sia metà sul foglio e metà sulla pelle in questo modo il segno tracciato sulla pelle sarà molto preciso.

Cominciate a tagliare la pelle. Può essere comodo separare i pezzi per poi rifinirli con calma e nel farlo assicuratevi di tagliare lasciando il segno del pennarello sullo scarto.

Fissiamo nuovamente il cartamodello questa volta sulla singola pezza tagliata. Assicuriamoci che il bordo combaci bene e che il luogo in cui andremo a segnare i punti sia effettivamente sulla pelle. Io uso un grosso peso per tenere tutto fermo e lo sposto da una parte all’ altra quando non ho lo spazio per lavorare con la mano. Con il punteruolo segnamo i punti dove poi andremo a cucire, non risparmiamo forza, bisogna fare un buco sufficientemente definito per far passare un’ ago senza sforzo.

Una volta terminata questa fase per tutte le parti che vanno a comporre il borsello si può passare alla fase di cucitura.

La parte della cucitura non è particolarmente difficile, in quanto, avendo già segnato i punti con il punteruolo, l’ ago passerà facilmente se si riesce a centrare i fori. Consiglio di usare aghi da lana con la punta arrotondata, eviterete di farvi male pungendovi, ma fate comunque attenzione. Per il filo usate seta, cotone o lino, se ne trovano di ogni colore e in un normale negozio di mercerie avrete solo l’ imbarazzo della scelta. Procedete così: tagliate un filo non più lungo del vostro braccio e mettete un ago a ciascuna estremità del filo. Appaiate le parti da cucire e fate passare l’ ago nei primi due fori sino a che il filo sia a metà. A questo punto alternate gli aghi e tirate bene il filo (ma non troppo). continuate fino a quando il filo scarseggia e tornate indietro di 2 – 3 punti per fermare la cucitura.

Una volta terminata questa fase il borsello dovrebbe avere un aspetto decisamente finito, anche se mancano ancora alcune finiture come ad esempio la finitura dei bordi e l’ aggiunta delle parti metalliche.

Tag: , , ,

  1. Franz scrive:

    Desidero ringraziarvi per aver pubblicato questi cartamodelli. Ho provato a costruire quello modello St Stefano e sono molto soddisfatto del risultato. Se ci si vede a qualche rievocazione vi viene un giro di birra minimo! 😉

  2. Stefano scrive:

    Ho provato a costruire uno dei modelli e il risultato è stato più che soddisfacente

CommentLuv badge

line
footer
Powered by Wordpress | Designed by Elegant Themes