Quella non è una spada… E’ una stazione spaziale!

Quella non è una spada… E’ una stazione spaziale!

02/12/2010 6 Di Francesco Lanza

Uno dei “nostri”, un collega marzialista storico, ha recentemente vinto il Nationale Sport Innovatie Prijs (Premio Nazionale Innovazione Sportiva) olandese grazie ad un prodotto che si preannuncia molto interessante per la nostra pratica.

Si tratta di una spada lunga di acciaio ma con i bordi in gomma e la capacità di far rientrare di dieci centimetri l’intera lama. Quest’ultima caratteristica rende invero necessarie un buon numero di parti mobili, ma salva il nostro partner da pericolosi colpi di frusta derivanti da una punta al volto. Secondo il creatore, Maarten Kamphuis, legno, alluminio e nylon non sono sufficientemente realistici per la pratica. Solo una spada d’acciaio può allenare alcune tecniche come il legame, ed il suo prodotto è in grado di lavorare bene come surrogato meno pericoloso ma tuttavia estremamente robusto. Sarei interessato a vedere come ha fissato i bordi in gomma, capire se sono sostituibili e quanto influenzano il fuhlen. Inoltre vorrei anche comprendere quanto il meccanismo di scorrimento può durare quando sottoposto all’uso non proprio riposante della pratica di combattimento.

A giudicare dall’articolo (qui l’originale e qui tradotto da Google) e dal video, si tratta di un giocattolo interessante. Vorrei sicuramente averne tra le mani una coppia di esemplari per provarli!

Sono particolarmente affascinato dal fatto che un prodotto per le Arti Marziali Storiche venga premiato all’interno di un concorso di ispirazione decisamente sportiva. Finalmente qualcuno si rende conto che la nostra disciplina può essere quasi “magica” e dare molto come arte marziale ma anche come sport di combattimento ed allenamento personale.