Lutegerus e la Shutze

Lutegerus e la Shutze

20/11/2010 2 Di Giorgio Fonda

Da qualche tempo a questa parte, pur non essendone stata data notizia qui, ci sono state piccole revisioni alla traduzione del trattato noto come I.33 sul Lutegeroblog.

Ad esempio, per accordare meglio la traduzione al ridisegno delle immagini è stata cambiata la traduzione di Sacerdos da “sacerdote” a “prete” visto che nelle immagini in tal modo risulta lampante la differenza tra la “P” e la “S” di Scolaro. Inoltre è stata affrontata una revisione della traduzione del termine Schutzet, che è anche stato aggiunto al glossario. Questo termine compare fugacemente nel folio 3v ma è nel nono ludus, folii da 9r a 10r, che ne viene fornita la spiegazione più corposa nel trattato.

Il commentario al nono Ludus è stato finalmente definito in ogni suo dettaglio e potete leggerlo qui. Visto e considerato che i ludus sono 41 ci troviamo praticamente ad un quarto del trattato. Sebbene l’enorme mole di lavoro potrebbe scoraggiare è utile ricordare il verso: gutta cavat lapidem non vi, sed saepe cadendo.

Sono certo che Lutegerus avrebbe apprezzato questo esametro.