Sit tibi Langort

Sit tibi Langort

26/09/2010 3 Di Giorgio Fonda

I.33, Langort. Ora dice “…tieni questa [custodia] in maggior considerazione delle precedenti guardie suddette…” Poi ne dice: “…è una contraria comune…assedio generale…che tutti i comuni schermidori assumono…comune e di modico valore…”. Alle volte la disegna per aria, alle volte verso terra o dritta in avanti, alla fine del trattato, completamente ubriaco, la rappresenta con la punta a terra e all’indietro e la regge con una mano infilata precedentemente nella ruota di un carro in corsa.

Dopo ho letto il trattato. Ed in effetti volevo farvi leggere le mie conclusioni, rendendovi partecipi anche dei ragionamenti svolti per arrivarvi. Se vi state chiedendo dove: nel nuovo post sit tibi langort ovviamente sul lutegeroblog.