A Distant Mirror – Uno specchio distante, di Barbara W. Tuchman

11/11/2009 0 Di Francesco Lanza

Barbara Tuchman è una scrittrice americana che, partendo come storica autodidatta, ha imparato il mestiere tanto bene da scrivere alcuni dei libri più significativi del ‘900 nell’ambito del saggio storico. Ho trovato assolutamente fantastico il suo I cannoni di agosto (The Guns of August), che raccontava con il vigore di un romanzo il primo mese della Grande Guerra, pur affidandosi ai nudi dati storici. Per ragioni ovvie, quindi, non posso che consigliarvi il suo Uno specchio distante, completamente dedicato al nostro secolo preferito… Il quattordicesimo!

Metto subito in chiaro una cosa: non lo troverete in nessuna libreria. Purtroppo questo libro, edito decenni fa, non è di facile reperimento in italiano. In inglese è un’altra faccenda ed in effetti è stato proprio nella sua lingua originale che l’ho letto, procurandomelo usato su amazon.co.uk.

La narrazione parte dal presupposto che la Storia (con la S maggiore) non ha bisogno di molti abbellimenti per essere affascinante come la narrativa. Questa premessa è particolarmente vera per quanto riguarda il 1300, in cui fatti assolutamente inspiegabili, terribili e straordinari si susseguivano con frequenza quasi annuale.

Come figura guida per gli eventi di questo periodo, la Tuchman ha scelto Enguerrand de Coucy, barone dell’omonimo feudo, personaggio politico di spicco e soprattutto persona tipica per il suo tempo. Enguerrand inoltre ha avuto il raro pregio di essere una persona molto longeva, permettendo all’autrice di seguirne le vicende per la gran parte del 1300, attraverso cronache e testimonianze.

Il “personaggio”, però, è solo una scusa. Sono gli eventi, ed in particolare gli “eventi umani” i veri protagonisti. Vi garantisco che saranno molte le occasioni in cui vi chiederete se state leggendo delle vite di alieni venuti da un’altra dimensione e saranno altrettante quelle in cui vi stupirete con la somiglianza dei comportamenti odierni… Uno specchio distante, per l’appunto.

Cosa troverete in questo libro? Ambiente, culture, popoli, mentalità, realtà quotidiane, lotte per il potere, rivolte, pestilenze, carestie, religione, cronache, notizie, poesia, guerra, assassinii. Ci troverete un riassunto di tutto quanto c’è di male e di bene in questo grande organismo pluricellulare chiamato umanità.

Consigliatissimo.